Sold out e grandissimo successo per l'omaggio a Tenco e Modigl...

Leggi e guarda le foto su: http://webtv.inonda.tv/2017/11/27/sold-out-e-grandissimo-successo-per-lomaggio-a-tenco-e-modigliani-ai-korejaSold out e grandissimo successo per l'omaggio a Tenco e Modigliani, primo appuntamento musicale organizzato da #festinamente all'interno del cartellone di Strade Maestre dei Cantieri Teatrali Koreja!A conferma del carattere multidisciplinare della programmazione di #StradeMaestre ritorna anche quest’anno la rassegna musicale curata da Eraldo Martucci e Maria Altomare Agostinacchio con l’associazione Festinamente.Si è partiti giovedì 23 novembre alle 20.45 con “1967 – 2017 MI SONO INNAMORATO DI TE…JEANNE” - TENCO INCONTRA MODIGLIANI”.Protagonisti saranno Carolina Bubbico – pianoforte, tastiere e voce; Daniele Vitali – pianoforte, voce e arrangiamenti; Marco Puzzello – tromba.#Tenco e #Modigliani noti per i cognomi e la malinconia. Lo stesso paesaggio dell’anima tra Liguria e Toscana, la scuola genovese e l’École de Paris. Due vite sovrapposte, finite troppo presto. Due amori, Jeanne e Dalida, che vanno oltre la morte. Un viaggio tra musica e immagini – raccontato dal critico musicale Eraldo Martucci e dalla storica dell’arte Maria Agostinacchio - nel cinquantesimo anniversario della morte di Luigi Tenco.1967. Ventisette di gennaio. Festival di Sanremo. Ucciso a ventotto anni da un colpo di pistola. Suicidio, si dice e si dirà, così come si diranno altre mille e mille parole. Dagli esordi nel jazz come sax tenore a quel colpo di pistola alla tempia, in mezzo ci sono canzoni bellissime, un po’ alla francese, atmosfere malinconiche, in cui prevalgono temi amorosi svolti per la prima volta in maniera non convenzionale: “Mi sono innamorato di te”, “Se stasera sono qui”, “Lontano lontano”. Anche se a riassumere il concetto e la portata innovativa della poetica musicale di Tenco e ad assegnargli un posto d’onore nella storia della canzone italiana basterebbe “Vedrai vedrai”.E poi Amedeo Modigliani, il pittore di Livorno scomparso a Parigi nel 1920 e diventato celebre soprattutto per i nudi di donna, eleganti ed erotici allo stesso tempo. Ad accomunarlo a Mozart il nome, la morte ad appena 36 anni e la genialità.

Pubblicato da InOnda WebTv su lunedì 27 novembre 2017

Sold out e grandissimo successo per l’omaggio a Tenco e Modigliani, primo appuntamento musicale organizzato da #festinamente all’interno del cartellone di Strade Maestre dei Cantieri Teatrali Koreja!

A conferma del carattere multidisciplinare della programmazione di #StradeMaestre ritorna anche quest’anno la rassegna musicale curata da Eraldo Martucci e Maria Altomare Agostinacchio con l’associazione Festinamente.

Si è partiti giovedì 23 novembre alle 20.45 con 1967 – 2017 MI SONO INNAMORATO DI TE…JEANNE” – TENCO INCONTRA MODIGLIANI”.

Protagonisti saranno Carolina Bubbico – pianoforte, tastiere e voce; Daniele Vitali – pianoforte, voce e arrangiamenti; Marco Puzzello – tromba.

Tenco e Modigliani noti per i cognomi e la malinconia. Lo stesso paesaggio dell’anima tra Liguria e Toscana, la scuola genovese e l’École de Paris. Due vite sovrapposte, finite troppo presto. Due amori, Jeanne e Dalida, che vanno oltre la morte. Un viaggio tra musica e immagini – raccontato dal critico musicale Eraldo Martucci e dalla storica dell’arte Maria Agostinacchio – nel cinquantesimo anniversario della morte di Luigi Tenco.
1967. Ventisette di gennaio. Festival di Sanremo. Ucciso a ventotto anni da un colpo di pistola. Suicidio, si dice e si dirà, così come si diranno altre mille e mille parole. Dagli esordi nel jazz come sax tenore a quel colpo di pistola alla tempia, in mezzo ci sono canzoni bellissime, un po’ alla francese, atmosfere malinconiche, in cui prevalgono temi amorosi svolti per la prima volta in maniera non convenzionale: “Mi sono innamorato di te”, “Se stasera sono qui”, “Lontano lontano”. Anche se a riassumere il concetto e la portata innovativa della poetica musicale di Tenco e ad assegnargli un posto d’onore nella storia della canzone italiana basterebbe “Vedrai vedrai”.
E poi Amedeo Modigliani, il pittore di Livorno scomparso a Parigi nel 1920 e diventato celebre soprattutto per i nudi di donna, eleganti ed erotici allo stesso tempo. Ad accomunarlo a Mozart il nome, la morte ad appena 36 anni e la genialità.

L'associazione culturale Festinamente, omaggia Tenco e Modigliani ai Cantieri Teatrali Koreja #Lecce 23 nov. 2017

Pubblicato da InOnda WebTv su venerdì 24 novembre 2017

Guarda le foto su Facebook

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *