Sold out per "Mina in Jazz" del Must in Song

“Grande grande grande, “E se domani”, “Nessuno”, “Parole parole”: sono solo alcuni dei più celebri brani di Mina proposti nel concerto "#MinainJazz" proposti da Domy Siciliano alla voce e luigi botrugno al pianoforte, con special guest Andrea Sabatino alla tromba.È stato il Cortile del #Must, il Museo storico della città di Lecce ad ospitare martedì 8 agosto il quarto appuntamento della quinta edizione del ciclo “#Mustinsong” che, all’interno della rassegna estiva del Comune di #Lecce, è realizzata dall’Associazione Festinamente con la direzione artistica di Eraldo Martucci ed il coordinamento artistico di Maria Altomare Agostinacchio.Il progetto del duo dura da un decennio, e nasce dall’idea di rileggere parte del repertorio di #Mina in chiave #jazz (ma ci saranno anche standard del repertorio jazzistico come “In the mood” di Glenn Miller e “Mister Paganini” di Natalino Otto).Mina resta tra le maggiori interpreti di musica leggera di ogni tempo, ma risulta altresì una jazz singer sui generis, con risultati sempre convincenti. Non a caso a metà degli anni Sessanta il mitico Louis Armstrong disse che “Mina è la più grande cantante bianca del mondo”, parole a cui fecero eco poco dopo quelle di Sarah Vaughan: “Se non avessi la mia voce vorrei avere quella di una giovane ragazza italiana di nome Mina”.La rassegna proseguirà con altri 2 appuntamenti. Sempre al Teatro Romano, il 13 agosto, il Faber Ensemble - con le voci di Rachele Andrioli, Carolina Bubbico, Michele Cortese e Stefano Luigi Mangia - terrà un omaggio a Pino Daniele. Nel Cortile del Must ci sarà un altro concerto jazz: il 28 agosto con Fulvio Palese Special Trio, che presenterà il programma “Musica a fumetti”.Leggi l'articolo su InOnda.tv: http://webtv.inonda.tv/2017/08/10/sold-out-mina-jazz-del-must-songGuarda il video su YouTube: https://youtu.be/kevNjIMgfR8Guarda le foto: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1689991127739012.1073743302.341417402596398&type=1&l=488ee49702

Pubblicato da InOnda WebTv su Giovedì 10 agosto 2017

“Grande grande grande, “E se domani”, “Nessuno”, “Parole parole”: sono solo alcuni dei più celebri brani di Mina proposti nel concerto “Mina in Jazz” proposti da Domy Siciliano alla voce e Luigi Botrugno al pianoforte, con special guest Andrea Sabatino alla tromba.

È stato il Cortile del Must, il Museo storico della città di Lecce ad ospitare martedì 8 agosto il quarto appuntamento della quinta edizione del ciclo “Must in song” che, all’interno della rassegna estiva del Comune di Lecce, è realizzata dall’Associazione Festinamente con la direzione artistica di Eraldo Martucci ed il coordinamento artistico di Mariella Agostinacchio.

Il progetto del duo dura da un decennio, e nasce dall’idea di rileggere parte del repertorio di Mina in chiave jazz (ma ci saranno anche standard del repertorio jazzistico come “In the mood” di Glenn Miller e “Mister Paganini” di Natalino Otto).
Mina resta tra le maggiori interpreti di musica leggera di ogni tempo, ma risulta altresì una jazz singer sui generis, con risultati sempre convincenti. Non a caso a metà degli anni Sessanta il mitico Louis Armstrong disse che “Mina è la più grande cantante bianca del mondo”, parole a cui fecero eco poco dopo quelle di Sarah Vaughan: “Se non avessi la mia voce vorrei avere quella di una giovane ragazza italiana di nome Mina”.

“Grande grande grande, “E se domani”, “Nessuno”, “Parole parole”: sono solo alcuni dei più celebri brani di Mina...

Pubblicato da InOnda WebTv su Giovedì 10 agosto 2017

Guarda le foto su Facebook

vai

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *