Il Birrificio Artigianale Capo d’Otranto è una start-up nata dalla passione di tre amici, con esperienza come beer firm prima e mastri birrai poi, che hanno deciso di produrre birra artigianale nel Salento, unendo la tradizione di produzione nord-europea con ingredienti tipici del Salento.

Notoriamente il Salento è terra di vini e di uve da taglio, ma ci sono degli elementi nella storia salentina che si integrano con la produzione della birra. Due sono le strade seguite dagli storici:

  • L’antico popolo indigeno dei Messapi (originario dell’Illiria, l’odierna Albania) prima di sposare il culto Dionisiaco della produzione di vino, era solito bere una bevanda che si chiamava “sabaia”, ossia una proto-birra ottenuta dalla fermentazione e dalla successiva cottura dell’orzo;
  • La birra nasce dai Sumeri, per essere poi ripresa dagli Egizi e dai Greci. Questi ultimi la esportarono in Magna Grecia anche tramite il porto di Otranto, l’antica Porta d’Oriente da cui, verosimilmente, si diffuse in altre zone d’Italia e d’Europa.

Le diverse vicende del Salento, quindi, si intrecciano anche con quelle inerenti la produzione di birra e soprattutto con la narrazione di popoli ed epoche che hanno segnato la nostra storia.

Segui su:

Questo è fare impresa, grazie per quanto fate e per quanto riuscirete a fare

Pubblicato da InOnda WebTv su Mercoledì 10 maggio 2017

Guarda le foto su Facebook

Un giorno speciale il 2 giugno 2017 a Otranto la Grande Festa

Pubblicato da InOnda WebTv su Sabato 3 giugno 2017

Guarda le foto su Facebook