Dal 3 al 7 luglio 2016 ha avuto luogo la 2^ edizione di Piano Piano Festival, evento musicale che ha portato a Lecce artisti del panorama internazionale del jazz, proponendo 4 “house concert” in location d’eccezione. Il progetto nasce nel 2015, da un’idea della musicista Irene Scardia e fa parte delle attività dell’etichetta discografica Workin’ Label.

Il festival itinerante del jazz porta un pianoforte a coda nei giardini di ville private di Lecce e dintorni, restituendo priorità all’ascolto ed enfatizzando la comunicazione attraverso il linguaggio musicale e l’ascolto in luoghi informali.

Il coinvolgimento diretto del pubblico e del tessuto produttivo locale è centrale nell’organizzazione del festival, si delinea come uno strumento di partecipazione e inclusione del pubblico e consente di superare l’impasse dell’assenza di fondi pubblici dedicati alla musica e alla cultura.

A tale scopo, l’organizzazione ha predisposto una chiamata alla partnership, diretta a privati, aziende e pubblico, finalizzata alla costruzione di una rete di collaborazioni “dal basso”, utili alla realizzazione del Festival. I privati hanno potuto offrire il proprio giardino, le aziende hanno potuto essere presenti con uno spazio espositivo e fornire servizi o prodotti enogastronomici utili allo svolgimento delle serate, la call aperta ai volontari ha consentito di entrare a far parte dello staff a chi ha avuto voglia di mettersi in gioco e infine la campagna di crowdfunding ha consentito al pubblico di sostenere il progetto con una donazione e partecipare alle serate.

Piano Piano Festival si è svolto in 4 serate e ha ospitato prestigiosi musicisti del panorama nazionale ed internazionale. Nel corso di ogni serata si sono tenuti due concerti intramezzati da un momento convivale reso possibile grazie alla collaborazione delle aziende salentine Partner del progetto che hanno offerto i loro prodotti.

La serata inaugurale di domenica 3 Luglio si è tenuta a Villa Urso a San Pietro in Lama. Nella prima parte abbiamo assistito a una prima assoluta del duo, nato in occasione del Festival, tra il pianista pugliese Mirko Signorile e il violoncellista albanese Redi Hasa; nel secondo set la cantante milanese Simona Severini.

Martedì 5 luglio, presso la Masseria Convento, Emanuele Coluccia, in Trio con il contrabbassista Luca Alemanno e il batterista Dario Congedo, ha presentato in anteprima il suo progetto discografico “Birthplace”; nella seconda parte Irene Scardia ha proposto una performance di musica e teatro dal titolo “Permettete un Adagio?

Mercoledì 6 luglio è stata la volta di Casa Lezzi con il concerto in piano solo del salentino William Greco nella prima parte della serata e un altro inedito duo tra il pianista, cantante Daniele Vitali e l’attore Fabrizio Saccomanno.

Il festival si è concluso giovedì 7 luglio nel prestigioso Palazzo Tamborino Cezzi nel cuore della città di Lecce con il concerto in piano solo del pianista, compositore romano Alessandro Lanzoni che ha presentato il suo ultimo lavoro discografico “Digressions” e il cantante, vibrafonista toscano Giacomo Riggi Mazzone con l’anteprima il suo nuovo disco “Into my life” nella versione special trio pensata ad hoc per il festival insieme a Carolina Bubbico e Filippo Bubbico.

L’organizzazione del Festival è a cura dell’etichetta discografica salentina Workin’ Label operante in seno all’Associazione Culturale L’Orchestrina di Lecce, attiva in numerose attività culturali di spessore: nel 1995 ha avviato la prima scuola di musica privata a Lecce svolgendo intensa attività di formazione e dal 2007 ha continuato dedicandosi alla produzione musicale, alla promozione artistica e discografica di numerosi artisti italiani ed esteri e nell’organizzazione di rassegne musicali ed eventi culturali.

Guarda le foto del 3 luglio su Facebook

vai

Guarda le foto del 5 luglio su Facebook

vai

Guarda le foto del 6 luglio su Facebook

vai

Guarda le foto del 7 luglio su Facebook

vai