Si è tenuto a Ortelle il 22 gennaio 2016, presso il Centro Visite Canali, il secondo incontro organizzato dal SAC Porta d’Oriente che ha visto coinvolti i comuni di Ortelle, Diso, Andrano, Castro, Santa Cesarea Terme.

Il Parco naturale regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase informa che, a seguito di un ulteriore finanziamento per la prosecuzione del programma del SAC Porta d’Oriente di importo pari a ad € 850.000,  saranno sviluppati cinque tematismi della prima programmazione finalizzati alla creazione di un Turismo di Qualità attorno al quale sono chiamati a intervenire soggetti pubblico/privati, istituzioni scolastiche di diverso ordine e grado (dalle Università all’alberghiero ed agrario), ASL, GAL, GAC, associazioni, cooperative, stakeholders, cittadini e portatori di interesse in genere. Ciò avverrà attraverso una serie di incontri itineranti, durante i quali verranno definiti pacchetti turistici, bio itinerari e la costituzione di una gamma di prodotti di qualità raccolti in un paniere di beni.

Ad oggi il coordinamento dell’Ente Parco, grazie all’attività del suo Comitato Esecutivo, ha garantito la finalizzazione delle attività del SAC Porta d’Oriente, perseguendo l’integrazione con altri progetti in corso di svolgimento nel Parco, come JOY (interreg ecomusei), PWB (interreg su accessibilità) e REGEFRUP (recupero di specie endemiche minori). Tale complementarietà consente di trasferire ed integrare le esperienze maturate in ciascun singolo programma, contribuendo alla definizione di una strategia turistica di qualità ispirata ai principi del Turismo di Comunità, un modello congeniale alla nostra area di riferimento. Ma non solo, il principio di ospitalità che rende il turista Abitante Provvisorio del luogo, si accompagnerà ad una serie di attività, che ben declinano i tematismi del SAC, e porteranno alla definizione di bio itinerari d’eccellenza dove i Valori Ambientali e Culturali che caratterizzano il nostro patrimonio diventano Valori di Mercato per il territorio. Parallelamente, grazie a percorsi partecipati e specificati mediante la calendarizzazione degli incontri, l’Ente Parco intende lanciare una gamma di prodotti di qualità, tipici della nostra tradizione, raccolti in un paniere che possano narrare, attraverso i bio itinerari, il genius loci della nostra terra: l’essenza più profonda e genuina delle tradizioni culturali e del patrimonio immateriale.

Un passo fondamentale è quello di costituire un partenariato pubblico – privato che potrà rappresentare un tavolo tecnico permanente.

I prossimi incontri saranno:

  • Sala Conferenze del Palazzo Comunale di Palmariggi: Comuni di Muro Leccese, Cannole, Bagnolo del Salento, Palmariggi e Giuggianello – venerdì 29.01.2016 ore 16.30;
  • Complesso rurale Massarone di Alessano: Comuni di Alessano, Corsano, Tiggiano, Tricase – venerdì 05.02.2016 ore 16.30;
  • Palazzo Ramirez di Salve – Comune di Salve, Castrignano del Capo, Gagliano del Capo, Morciano di Leuca, Patù – venerdì 12.02.2016 ore 16.30;