Decretati i vincitori della terza edizione del “Premio Giornalistico Terre del Negroamaro”.

Il concorso, ideato e promosso dal GAL Terra d’Arneo al fine di favorire la conoscenza del territorio e delle sue eccellenze.

La serata di premiazione si svolgerà il 21 agosto p.v., ore 21.00, durante l’evento “Premio Terre del Negroamaro”, organizzato dal Comune di Guagnano, nel centro cittadino.

ELENCO VINCITORI:

– Per la categoria stampa si guadagna il podio Enzo Di Giacomo autore del servizio dal titolo “In Puglia per vivere il nuovo Salentoshire” pubblicato su Il Tempo. Motivazioni: padronanza e conoscenza del Territorio e della sua storia; per il suo stile inconfondibile e la sua professionalità!

– Per la categoria web, prima classificata è Fabiola Pulieri, blogger di pepe rosso in cucina (www.peperossoincucina.com), con il lavoro “Viaggio in Terra d’Arneo”. Motivazioni: Un lavoro fresco e innovativo; un diario di viaggio che spazia dai luoghi di mare all’entroterra, non dimenticando i luoghi sacri; dai prodotti tipici alle bellezze architettoniche, con competenza e con l’ausilio di immagini fotografiche originali e convincenti.

– Per la categoria radio il vincitore è Daniel Della Seta, con il servizio andato in onda nella trasmissione “L’Italia che va…”storie, realtà, esperienze, imprenditori di successo, su Rai Grp. Motivazioni: un intervista approfondita ed audace che vede la Terra d’Arneo protagonista indiscussa!

– Per la categoria tv, primo classificato è Mauro Lozzi, con il servizio”Speciale Terra d’Arneo” andato in onda su RAI 2 nella rubrica del Tg2 “Sì Viaggiare”. Motivazioni: per aver raccontato con un linguaggio semplice ed efficace gli aspetti complementari di un territorio magicamente sospeso tra terra e mare. Completezza, eleganza e professionalità sono i tratti distintivi di questo servizio televisivo!

Tre le menzioni speciali:

1) per Giuseppe Massari, giornalista che su Il Mondo in tasca ha pubblicato l’articolo “Inno alla Puglia e al Salento”;

2) per Valentina Perrone, giornalista di Affari Italiani, che ha partecipato al concorso con il lavoro “Salento, Terra d’Arneo. Il Giardino dello Ionio”;

3) per Claudio & Francesco Giannetta di InOnda Tv con il servizio “Terra d’Arneo, terra da gustare”.

Premio Speciale Terra d’Arneo:

– Maestro Beppe Vessicchio

– Tenore Salvatore Cordella

Si svolgerà il 21 agosto a Guagnano, con avvio alle 21, la settima edizione del Premio Terre del Negroamaro. La rinomata kermesse salentina è organizzata dal Comune di Guagnano, in collaborazione con il Comitato Tecnico Operativo del Progetto “Premio Terre del Negroamaro” e il GAL Terra d’Arneo, vantando patrocini autorevoli tra cui la Regione Puglia (Assessorato allo Sviluppo Economico, all’Industria Turistica e Culturale ed all’Agroalimentare), la Provincia di Lecce, l’Unione dei Comuni del Nord Salento, il Consorzio Doc Salice Salentino, Puglia Promozione, ColDiretti e la Camera di Commercio di Lecce. Essa mira alla più alta valorizzazione del territorio, della cultura e delle tipicità locali.

Principali partners privati saranno: Grand Hotel Tiziano di Lecce, Cantina Due Palme, Tenute Marano, Banca Popolare Pugliese, Banca Generali Financial Planner, Monteco s.r.l., Eden 94, Impresa Fratelli Panarese, Impresa Innocente Cosimo, Ladisa, CLIO Com, PARSEC, Auxilium Potenza, Eurospin Puglia, Spazio Verde, Kiron, Geosol, l’Edicola, Farmacia Polito, Finsolar, Multiservice, Amico Mio.

La location della manifestazione è quella di sempre, ossia la piazza centrale del paese (piazza Madonna del Rosario) dove avrà luogo la premiazione di coloro che hanno dato risalto, soprattutto professionalmente, al Salento o alla Puglia in generale.

Quest’anno il “ Premio Terre del Negroamaro” sarà assegnato alla Fondazione La notte della Taranta.

La Fondazione cura l’organizzazione e la produzione del Festival “La Notte della Taranta”, l’attività dell’Orchestra Popolare “La Notte della Taranta” ed è impegnata in diversi progetti, convegni e pubblicazioni condotti in sinergia con i centri di ricerca diffusi sul territorio salentino e le principali Università italiane e straniere (Università del Salento, IULM di Milano, Università di Ginevra, Università di Perugia, Università di Tours).

La motivazione è la seguente: per l’importante contributo che la Fondazione “La Notte della Taranta” ha offerto all’intero Salento ed alla Sua immagine nel Mondo, con la meravigliosa rassegna estiva e con tutte le relative ulteriori iniziative.

Il “Premio Ambasciatore delle Terre del Negroamaro nel mondo” sarà assegnato a PierNicola Leone de Castris.

E’ l’anno 1665. Tra i vigneti ubertosi di quel tempo, il Duca Oronzo Arcangelo Maria Francesco Conte di Lemos (nipote di Ferrante e Francisco, entrambi vicerè spagnoli in Italia), fece nascere la cantina. La cantina inizia l’imbottigliamento dei suoi prodotti con Piero e Lisetta Leone de Castris, nel 1925. Nel 1943 nasce il Five Roses, il prodotto più conosciuto dell’azienda ed il primo vino rosato ad essere imbottigliato e commercializzato in Italia e da subito esportato negli Stati Uniti. La storia di questa famiglia e della Cantina continua. Il Cav. del lavoro Salvatore Leone de Castris, figlio di Piero e Lisetta, ha continuato a promuovere notevole sviluppo, anche a livello internazionale dell’azienda. Da alcuni anni è il figlio, dott. Piernicola, a dirigere l’Azienda. Riconoscimenti sempre più prestigiosi vengono costantemente attribuiti all’intera gamma aziendale. La cantina presenta una variegata gamma di prodotti, vini rossi, bianchi, rosati doc interessanti vini IGT Salento e Puglia, spumanti rosati e bianchi di particolare pregio. L’azienda Leone de Castris ha alle spalle 300 vendemmie, 3 secoli di viticoltura e di esperienza che le hanno dato solidità e prestigio.

Motivazione: Per l’importante contributo che, dopo il padre Salvatore ed il nonno Piero, ha offerto ed offre all’intero indotto vitivinicolo del nostro territorio.

Il “Premio Terre del Negroamaro alla Comunicazione” sarà invece assegnato a Angelo Mellone.

Giornalista e scrittore Salentino, già dirigente del pomeriggio di Rai Uno. È stato editorialista e inviato di politica, cultura e costume per numerosi quotidiani nazionali. Autore e conduttore di programmi radiofonici e televisivi. Ha conseguito il dottorato in sociologia della comunicazione all’Università di Firenze e insegna Comunicazione politica presso la Scuola di giornalismo della Luiss «Guido Carli» di Roma. Ha pubblicato diversi saggi di analisi politica su riviste italiane e internazionali.

Motivazione: Per aver esportato nella comunicazione la sua salentinità con raffinatezza e competenza tali da conferire lustro al nostro territorio.

Per il “Premio Terre del Negroamaro allo Sport” invece sarà sul palco Sergio Brio.

Leccese, allenatore di calcio, ma soprattutto grande ex calciatore italiano. Insieme a Zoff, Gentile, Cabrini e Scirea ha sicuramente formato una delle difese più forti del mondo e di tutti i tempi. Molteplici i trofei conquistati con la Juventus, di cui è stato anche capitano.

Motivazione: Per i grandissimi risultati ottenuti nello Sport, esportando l’immagine e la forza positiva del Salento nel Mondo.

Il “Premio Radici del Negroamaro” a Carlo Calcagni.

Quarantasettenne Colonnello pilota istruttore di elicotteri del Ruolo d’Onore dell’esercito italiano in servizio presso la scuola di Cavalleria di Lecce. Impiegato in attività di soccorso ed evacuazione medico sanitaria nella missione internazionale di pace Joint Endeavour in Bosnia Erzegovina, pilotando elicotteri, a causa dei bombardamenti con uranio impoverito, ha contratto gravissime malattie invalidanti e una patologia autoimmune, degenerativa e irreversibile che lo costringe a terapie salvavita quotidiane. Ciò nonostante affronta tutto con coraggio, dedicandosi ad aiutare tanti altri colleghi o familiari di colleghi deceduti, e continuando a praticare con grande passione il ciclismo paralimpico che lo aiuta a vivere. Ultimamente si è aggiudicato diverse medaglie d’oro sia vincendo i Campionati italiani, sia due prove di Coppa del Mondo che lo candidano di diritto alle prossime paraolimpiadi nel 2016 a Rio in Brasile.

Motivazione: Al Colonnello Carlo Calcagni, che nella vita, nel dovere, nelle difficoltà e nello Sport ha dato lustro alla nostra cittadina ed alle Terre del Negroamaro, quale sorridente e tenace guerriero, innamorato della vita.

Verrà inoltre assegnata la “ Cittadinanza Onoraria” a Claudio Quarta.

Biologo di origine Salentine, da ricercatore di antibiotici in breve tempo diviene Direttore del Centro Ricerche. In seguito fonda una società di biotecnologie farmaceutiche, quotandola in borsa. Realizzata una fusione con un partner americano, si trasferisce a New York. Infine decide di lasciare la sua attività per rientrare in Italia per coltivare la sua vecchia passione del “Vignaiolo”.

Motivazione: Per aver impiantato vigneti e costruito tre cantine: di cui, oltre quella in Irpinia, due nel Salento, Tenute Eméra a Lizzano-Pulsano Marina e Moros a Guagnano. La sede principale del gruppo (Magistravini srl) è Moros a Guagnano, un piccolo scrigno tutto da scoprire. Arte, storia e modernità si fondono per creare un’atmosfera unica.

Nel corso della serata sarà ringraziato per l’attenzione che sin qui ha voluto concedere al Comune di Guagnano, e quindi alle Terre del Negroamaro, l’imprenditore napoletano Salvatore Marano.

Ancora il Sindaco di Novoli Dott. GianMaria Greco consegnerà una targhetta per complimentarsi con la pittrice Consilia Vergori di origine guagnanesi, ma residente da moltissimi anni a Novoli, che ha ricevuto proprio in questi giorni il premio per la Cultura e l’Arte ad Expo Milano 2015.

Infine a sorpresa verrà consegnato un Premio Speciale consegnando un’opera di Fernando Perrone.

Ai suddetti riconoscimenti si aggiungono quelli altrettanto autorevoli assegnati dal GAL Terra d’Arneo in occasione del “Premio Giornalistico Terre del Negroamaro” quest’anno alla terza edizione. Ideato e promosso al fine di promuovere la conoscenza della Terra d’Arneo, il concorso vede ogni anno la partecipazione di giornalisti di stampa/web e radio/tv a livello nazionale ed internazionale, la cui premiazione avverrà sul palco centrale.

Per la categoria stampa si guadagna il podio Enzo Di Giacomo autore del servizio dal titolo “In Puglia per vivere il nuovo Salentoshire” pubblicato su Il Tempo. Motivazioni: padronanza e conoscenza del Territorio e della sua storia; per il suo stile inconfondibile e la sua professionalità!

Per la categoria web, prima classificata è Fabiola Pulieri, blogger di pepe rosso in cucina (www.peperossoincucina.com), con il lavoro “Viaggio in Terra d’Arneo”. Motivazioni: Un lavoro fresco e innovativo; un diario di viaggio che spazia dai luoghi di mare all’entroterra, non dimenticando i luoghi sacri; dai prodotti tipici alle bellezze architettoniche, con competenza e con l’ausilio di immagini fotografiche originali e convincenti.

Per la categoria radio il vincitore è Daniel Della Seta, con il servizio andato in onda nella trasmissione “L’Italia che va…”storie, realtà, esperienze, imprenditori di successo, su Rai Grp. Motivazioni: un intervista approfondita ed audace che vede la Terra d’Arneo protagonista indiscussa!

Per la categoria tv, primo classificato è Mauro Lozzi, con il servizio”Speciale Terra d’Arneo” andato in onda su RAI 2 nella rubrica del Tg2 “Sì Viaggiare”. Motivazioni: per aver raccontato con un linguaggio semplice ed efficace gli aspetti complementari di un territorio magicamente sospeso tra terra e mare. Completezza, eleganza e professionalità sono i tratti distintivi di questo servizio televisivo!

Tre le menzioni speciali:

per Giuseppe Massari, giornalista che su Il Mondo in tasca ha pubblicato l’articolo “Inno alla Puglia e al Salento”;

per Valentina Perrone, giornalista di Affari Italiani, che ha partecipato al concorso con il lavoro “Salento, Terra d’Arneo. Il Giardino dello Ionio”;

per Claudio & Francesco Giannetta di InOnda Tv con il servizio “Terra d’Arneo, terra da gustare”.

Il Premio Speciale Terra d’Arneo, sarà assegnato personalmente dal Presidente del GAL, dott. Cosimo Durante, al Maestro Beppe Vessicchio e al Tenore Salvatore Cordella.

Direttore artistico del palco centrale e conduttore della serata sarà Fernando Proce: artista, giornalista, speaker dell’emittente RTL 102.5, editore di: Salentuosi, La Radio Sale e Radio Movida Gallipoli. La cornice musicale sul palco sarà affidata al quintetto dI Alessandro Quarta, talentuoso violinista salentino di fama internazionale, definito dalla CNN “musical genius”. Il Premio speciale La Radio Sale sarà assegnato a Cesko Arcuti, leader della band Après La Class, instancabile produttore e voce dal timbro inconfondibile. Chiuderà la kermesse il concerto di Mario Venuti, elegante e raffinato cantautore siciliano.

L’evento verrà trasmesso in diretta radiofonica dalle 21 alle 23 sulle emittenti La Radio Sale e Radio Movida Gallipoli . (LA RADIO SALE FM: 105.7 Lecce, Brindisi e Taranto; 100.3 Lecce; 103.4 Matera RADIO MOVIDA GALLIPOLI FM: 105.8 Gallipoli Streaming: www.salentuosi.it www.laradiosale.it www.radiomovidagallipoli.it www.italianwebradio.it Mobile: App gratuite da Itunes, per Iphone e Ipad e da Google Play, per Android)

Nel mentre sul palco centrale verranno via via consegnati i numerosi premi, tutto il centro storico sarà pervaso da energia ed entusiasmo: lungo le strade saranno allestiti stand enogastronomici dove degustare le prelibatezze della tradizione culinaria salentina abbinate ai grandi vini delle cantine che aderiscono alla manifestazione.

Dislocati negli angoli principali del centro storico ci sarà un altro meraviglioso e suggestivo spettacolo: Piero Rapanà (Fondo Verri) organizzerà postazioni di musica tradizionale popolare, si potranno ascoltare musiche del bacino mediterraneo e varie altre musiche etniche (Potària, Fiamma Mare e Focu, Bufo’s Gipsy 4et, Malìe, Alba’Afrika), allieteranno i visitatori, con le loro particolari performance, i trampolieri, inoltre, dedicato ancora ai bambini, vi sarà il teatro dei burattini e per finire l’angolo di letteratura sul vino da Omero a Bodini (DiViniVersi).

Nel percorso non mancheranno i momenti dedicati all’arte visiva espressa sotto innumerevoli forme.

Nel corso della serata sarà inaugurato l’ampliamento del Museo del Negroamaro, consistente in una vetrina espositiva ed un punto informativo di Terra d’Arneo, realizzato grazie ad un intervento del GAL Terra d’Arneo, ed allestito, per l’occasione, a Galleria d’Arte con all’interno le opere della pittrice Arianna Greco, massima espressione dell’arte enoica (quadri dipinti con il vino).

All’interno del Museo l’Artista guagnanese Fernando Perrore esporrà le proprie opere.

Nel percorso enogastronomico esporranno le seguenti aziende: Cantine e vini Cosimo Taurino, Cantina Moros, Mogavero Cantina don Paolo, Paolo Leo, Lucio Leuci, Feudi di Guagnano, Cantine Due Palme, Leone de Castris, Candido, Castello Monaci, Tenuta Marano, Cantina cooperativa Salice Salentino, Cantele, Pepe Rosa, Bordeline, Caseificio Delizie di latte, il Rusticone, il Giardino del re, La Nuova Macelleria Equina, Macelleria Scalinci Roberto, l’Orecchietta, Ortofrutta di Buongiorno Mauro, Frutta e Verdura da Roberto, Pasticceria Bar Lucia, Pasticceria la Deliziosa.