Dopo il grandissimo successo delle quattro serate novembrine, con un appuntamento fuori programma a Palazzo Turrisi si è concluso domenica 14 dicembre, il ciclo “Tra musica e parole”, realizzato dall’Assessorato alla Cultura, Spettacoli ed eventi guidato da Gigi Coclite, in collaborazione con l’Associazione “LecceLegge” e l’Associazione Nireo con Eraldo Martucci. La rassegna ha proposto degli incontri ad ingresso gratuito di musica e lettura.

Oltre che per continuare a valorizzazione il nuovo patrimonio immobiliare e ambientale recuperato dal Comune di Lecce, l’idea sottesa a questo ciclo è stata anche quella di valorizzare i giovani talenti musicali del territorio alternando alle loro performance le letture che chiunque, prenotandosi, vorrà fare di una poesia o di un testo letterario legato all’ “Amore”.

Domenica 14 dicembre letture e suoni sono state di ImprovvisArt e del Coro lirico di Lecce che ha proposto brani tratti da “Tosca”, “Carmen” e “Traviata”.

La compagine, presieduta da Linda Coclite, è composta da un organico di artisti salentini, il cui numero varia in funzione del repertorio, e si avvale all’occasione di elementi aggiunti esterni provenienti da diverse parti d’Italia. È apprezzato interprete annualmente nella Stagione Lirica di Tradizione della Provincia di Lecce e della Stagione Sinfonica della Fondazione Ico “Tito Schipa” con la quale ha collaborato, tra l’altro, per la Nona Sinfonia di Beethoven, la Seconda Sinfonia di Mahler, il Requiem di Mozart, “Stabat Mater” di Poulenc, Carmina Burana di Orff.
E’ stato istruito dai maestri Emanuela Di Pietro, che tuttora ne è la direttrice, Giovanni Ferrauto, Donato Sivo, Vito Clemente, Eliseo Castrignanò, Laura De Troia, Franco Sebastiani e Francesco Pareti.

ImprovvisArt è una giovane Cooperativa di Lecce ufficialmente affiliata al circuito nazionale IMPROTEATRO, Associazione Culturale Nazionale che si occupa di diffondere l’arte dell’improvvisazione teatrale attraverso le Scuole di Teatro e le sedi locali distribuite in tutta Italia.
La Cooperativa, dopo aver aperto nel 2009 a Lecce la prima sede pugliese della Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale (S.N.I.T.), rappresenta per la nostra Regione la prima realtà che ha introdotto in Puglia questo tipo di teatro, attraverso l’organizzazione di spettacoli e della manifestazione “Improvviva!” (Rassegna Nazionale di Improvvisazione Teatrale), raduni internazionali e festival (come l’“Improfestival Salento – Festival Interazionale di Teatro e Improvvisazione”), corsi e stages
Tra gli attori c’è stata Susanna Cantelmo, improvvisatrice teatrale, musicista e formatrice. Ha cominciato la sua carriera dedicandosi all’improvvisazione in tutti i format presenti nel territorio nazionale e estero (Match d’improvvisazione teatrale, Impro’, Catchimpro’, Jam Session di improvvisazione teatrale, Improshow musicale) fino a rappresentare spettacoli di long form quali “Lo strano mondo di Lorenz”, “Black”, “Microstorie”, “Serial” con la Compagnia teatrale Qfc.