“Caro amico ti scrivo” è un incipit diventato proverbiale, dalla storia della canzone a quella recente della lingua italiana tout-court.

E “L’anno che verrà” è stata una delle venti canzoni di Lucio Dalla che hanno riecheggiato al Teatro Romano di Lecce lo scorso 13 agosto.

Il tributo ad uno dei cantautori più innovativi della storia musicale italiana ha visto protagonista la voce di Michele Cortese, ex Aram Quartet, che dopo l’esordio da solista nel 2012 con l’album “Il teatro dei burattini” prodotto da Lucio Fabbri, ha di recente pubblicato il suo secondo cd intitolato “Vico sferracavalli”.

In questo concerto Cortese è stato accompagnato dal “Faber ensemble”, formato dall’incantevole voce di Rachele Andrioli, e da Daniele Vitali – pianoforte, Roberta Mazzotta – violino, Valentina Marra – violino, Armando Ciardo – viola, Jacopo Conoci – violoncello, Emanuele Coluccia – sax/percussioni, Davide Sergi – chitarra, Antonio Tunno – chitarra, Francesco Pellizzari – batteria, Stefano Rielli – basso, Carolina Bubbico – arrangiamenti.

Parte dell’incasso è stato donato alla Casa della Carità di Lecce.

L’omaggio a Lucio Dalla costituisce il quarto dei cinque concerti della seconda edizione del ciclo “Must in song” che, all’interno della rassegna estiva del Comune di Lecce “Lecc’è” realizzata dall’assessorato al turismo e spettacolo guidato da Gigi Coclite, è organizzata dall’associazione Nireo, che fa capo al pianista e compositore Francesco Libetta ed al critico e vicepresidente della Fondazione Ico “Tito Schipa” Eraldo Martucci.

1 commento

  1. Grande voce Michele Cortese ! Ottimo omaggio a Lucio Dalla ! Prolifica di grandi emozioni anche la collaborazione con Franco Simone !

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *