Nell’ambito del 3° percorso della mostra fotografica “Percorsi Pasoliniani. Il Vangelo secondo Matteo”, di Domenico Notarangelo, si è svolta la conferenza:

Le identità dialettali. Pasolini e la tradizione poetica in Friuli” di Angela Felice (direttrice del Centro Studi Pasoliniani di Casarsa) e “La poesia friulana da Pasolini a Tavan“, di Alessandro Canzian (scrittore, poeta, editore).

Seguirà la proiezione “Pasolini e il Friuli“.

Condurrà la giornalista Silvia Famularo.

L’esposizione, progettata da Alessandro Turco, con la cura di Maurizio Nocera, ha come partner il Festival del Cinema Europeo di Lecce, media partner InOnda WebTv ed è realizzata con il Patrocinio della Provincia e del Comune di Lecce, del Centro Studi Pasolini di Casarsa, Cineteca di Bologna ed in collaborazione con l’Ass.ne “Pasolini Matera”, “Museo Pasolini del Cinema dei Sassi”, “Fondo Antonio Piromalli”, “Grifone Arte Contemporanea”, “Samuele Editore”, Consorzio Artisti Indipendenti.

Angela Felice: studiosa di teatro e letteratura, dottore di ricerca in italianistica e pubblicista, è direttore artistico del teatro Club Udine e, dal 2009, del Centro Studi Pasolini di Casarsa. Ha al suo attivo molte pubblicazioni specialistiche per le case editrici Palumbo, Laterza, Principato e Marsilio.
Su Pasolini ha curato per Marsilio i volumi “Pasolini e la televisione”, “Pasolini e il testro” e “Pasolini e l’interrogazione del sacro”.

Alessandro Canzian vive e lavora a Maniago (Pn).
Ha collaborato e collabora saltuariamente con varie riviste e blog. Nell’ottobre 2008 ha fondato la Samuele Editore.
Come autore ha pubblicato alcuni libri di poisie e il saggio su Claudia Ruggeri “Oppure mi sarei fatta altissima” (Terra d’ulivi).
Ha partecipato a varie rassegne letterarie e curato alcune manifestazioni di poesia.
Nel 2012 Gian Mario Villalta lo inserisce tra le voci più promettenti della poesia pordenonese insieme a Roberto Cescon e altri nel volume Antologia dei Grandi Scrittori di Pordenone. Nel 2013 Alessandro Agostinelli lo inserisce tra i poeti italiani nell’articolo “Penisola dei poeti” uscito nell’Espresso (articolo in cui Agostinelli gli fa anche un’ampia intervista nella veste di Samuele Editore indicandolo come uno dei migliori editori di poesia emergenti)

Samuele Editore nasce nel 2008 sulla base di un progetto studio attorno alla poesia pordenonese novecentesca. Nel giro di pochi mesi la casa Editrice ha aperto una collana di Poesia contemporanea, la Scilla, che in poco tempo si è imposta all’attenzione di Premi nazionali e internazionali quali il Gatto e il Camaiore. Dal 2013 si occupa anche di poesia internazionale. In pubblicazione il massimo poeta vietnamita, in esclusiva assoluta per l’Italia.

manifesto Percorsi Pasoliniani_802x1065

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *