Biagio Fersini was born in Parabita (Lecce), a small country town in the south of Italy. From an early age he had a strong interest in the art world that led him to furthering his education at the Academy of Fine Arts in Rome where he graduated with a degree in Production Design.

During his studies, he was introduced to the world of Roman arts and culture, theater and cinema, and broadcasting. He worked alongside influential Roman painters and artists such as Renato Mambor, Carlo Lizzani and Luca De Filippo. In the 90’s, he worked for the major national broadcasters: RAI TV, Channel 5 and Telemontecarlo, where he started as an Assistant Production Designer in major television shows including San Remo, Luna Park, and Inspector Montalbano. His skills quickly elevated him to the title of primary Production Designer for popular Italian series such as Agrodolce.

Salento set cinematografico li sauli paravicini (14)Eventually, his natural passion for the cinema was actualized and commenced in 1996. He began work as Assistant Production Designer, Illustrator, Set Decorator, and Art Director for a number of major films including: The Legend of 1900 by Giuseppe Tornatore, Titus by Julie Taimor, The Ripley’s Game by Liliana Cavani, Inkheart by Iain Softley, and Tea with Mussolini by Franco Zeffirelli.

Over the last ten years, his talents earned him the position of Production Designer in 14 films. Most recently, his films were
premiered at the Venice Film Festival 2010 (Lost Kisses by Roberta Torre) and the Rome Film Festival 2010 (The Disappearance of Patò by Rocco Mortelliti).

The complete filmography with details are available at: http://www.imdb.com/name/nm1287203

Salento set cinematografico li sauli paravicini (40)Sabrina Paravicini (Morbegno, 30 giugno 1970) è un’attrice, regista, scrittrice e sceneggiatrice italiana. Esordisce nel 1993 con film Stefano Quantestorie, diretto da Maurizio Nichetti. Diventa popolare grazie al ruolo di Jessica Bozzi, interpretato nelle prime quattro stagioni della serie televisiva Un medico in famiglia. In seguito interpreta il ruolo di Luisa Mari nelle due miniserie televisiva Amanti e segreti (2004) ed Amanti e segreti 2 (2005), entrambe dirette da Gianni Lepre. Oltre al lavoro di attrice, svolge quello di scrittrice, sceneggiatrice e regista. Ha scritto la sceneggiatura e curato la regia di alcuni cortometraggi e nel 2004 del film Comunque mia, di cui è stata anche interprete e produttrice.

Salento set cinematografico li sauli paravicini (12)Chiara Conti (Firenze, 18 luglio 1974) è un’attrice italiana.

Inizia lavorando in televisione nei primi anni novanta nella trasmissione Non è la Rai. Nel 1995 vince il concorso Bellissima. Quindi frequenta vari corsi d’improvvisazione teatrale di Nicola Zavagli e stages di recitazione con Geraldine Baron e Pasquale Festa Campanile, e frequenta i corsi di dizione tenuti da Pietro Bartolini

Esordisce come attrice teatrale ne L’assassinio di Marat, regia di Pietro Bartolini, poi recita ne Il girotondo, regia di Nicola Zavagli. Successivamente lavora alternando produzioni cinematografiche e televisive.

Tra i suoi primi lavori cinematografici, ricordiamo: Faccia di Picasso di Massimo Ceccherini, e L’ultima lezione, regia di Fabio Rosi. Nel 2004 interpreta il ruolo di Fulvia nel film Promessa d’amore, diretto da Ugo Fabrizio Giordani. Nel 2005 è nel cast di Musikanten di Franco Battiato, presentato alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia dello stesso anno e uscito nelle sale il 3 marzo 2006. Nello stesso anno (2005), è nel cast della fiction di Rai Uno “La Omicidi”nel ruolo di Irene medico legale.La fiction, vedeva come protagonisti Massimo Ghini e Luisa Ranieri. Nel 2006 è protagonista, con il ruolo di Olivia, del film thriller/horror H2Odio, regia di Alex Infascelli, ed ottiene un notevole successo con la miniserie tv in otto puntate, Butta la luna, diretta da Vittori Sindoni e trasmessa da Rai Uno, ed infine con la serie tv ” E poi c’è Filippo”, dove nel cast c’è anche l’attore Giorgio Pasotti. Nel 2007 è tra i protagonisti della miniserie tv in due puntate, Le ragazze di San Frediano, regia di Vittorio Sindoni. Il ruolo da lei interpretato è quello di Gina, una delle quattro ragazze di San Frediano; le altre tre sono interpretate da Vittoria Puccini, Martina Stella e Camilla Filippi, ed il protagonista maschile è Giampaolo Morelli, tra i protagonisti anche di Butta la luna. Nello stesso anno è la protagonista femminile de Il capitano 2, regia di Vittorio Sindoni; il protagonista maschile, che nella prima serie era Alessandro Preziosi, dopo le due prime due puntate, è Giampaolo Morelli.

Nel 2009 torna su Rai Uno con la serie tv in tredici puntate, Butta la luna 2, regia di Vittorio Sindoni non più con protagonista maschile l’attore Giampaolo Morelli ma con Roberto Farnesi, e con la miniserie David Copperfield, regia di Leone Pompucci, dove ha il ruolo di Clara Copperfield. Inoltre è tra i protagonisti della miniserie di Canale 5, La scelta di Laura, regia di Alessandro Piva.

Salento set cinematografico li sauli paravicini (2)Muheddin Hagi Bascir Jonis, meglio noto con il nome d’arte di Jonis Bascir (Roma, 17 settembre 1960), è un attore, personaggio televisivo e musicista italiano, famoso per il personaggio di Jonis nella serie televisiva Un medico in famiglia (1998).

Di padre somalo, figlio di Hagi Bascir Ismail Yousuf, primo Presidente della Assemblea Nazionale Somala, e di madre italiana, tra i 6 e i 10 anni vive in Somalia. Studia canto, chitarra, recitazione e danza; intanto si laurea in Scienze Umanistiche indirizzo cinema presso l’Università di Roma La Sapienza e supera un master in programmazione neurolinguistica diventando Business Coach e Life Coach. È il presidente della squadra di calcio ItalianAttori ed il vicepresidente dell’associazione culturale Under, che promuove i giovani scrittori attraverso il premio letterario Under30.

Ha prestato la sua immagine per la pubblicità del Caffè Kosé; prende parte al reality game La talpa (2004); lavora come conduttore dei programmi radiofonici Tempi Moderni (2006) e L’Agente Segreto (2007) per Radio Città Futura. Partecipa ai programmi: Stracult, Base Luna, Interno 4, Subbuglio.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *