L’affidamento alla Società Intini Source SpA, da parte della Provincia di Lecce, dei lavori di sistemazione e la successiva gestione di Parco Torcito per i prossimi anni, ha segnato il passo nella direzione del rilancio e dello sviluppo locale.Una visione, quella del Progetto presentato da Intini Source SpA, che intende valorizzare, in una logica sistemica, le potenzialità turistiche del Parco, in primis attraverso l’attivazione delle risorse naturalistiche ivi custodite e il ripristino della biodiversità.Una ritrovata ricchezza  naturalistica che consentirà di attivare servizi e percorsi mirati e didattici, destinati a pubblici interessati ad una fruizione eco-turistica e consapevole dell’area.
Scolaresche, comunità locali, eco-turisti, appassionati e curiosi, troveranno in Torcito numerose opportunità di abitare e attraversare il Parco, approfondendone gli aspetti storici, culturali e ambientali (arboreto, ex-cave, biolago, pineta, lecceta, masserie etc.) affiancati da guide qualificate e opportunamente formate sui differenti aspetti.  Una cartellonistica in legno posizionata in punti strategici di attraversamento, inoltre, permetterà ai visitatori di orientarsi autonomamente lungo i numerosi sentieri previsti dal Progetto.
Il lavoro di ripristino e di arricchimento delle aree, nonché la programmazione didattica e divulgativa, verranno sostenute da operatori qualificati, sotto la supervisione scientifica degli esperti impiegati nel Centro di Documentazione Aree Protette (CEDAP) previsto da Progetto.
Il Centro di Documentazione, oltre a rappresentare un punto di riferimento per le Aree Protette della Provincia di Lecce, costituirà il luogo privilegiato entro il quale sarà possibile nel Parco elaborare e reperire informazioni specifiche, consultare testi, riviste e  attivare confronti sul tema dei giacimenti ambientali e culturali. Un presidio culturale e scientifico importante, a tutela di uno ‘sviluppo guidato’ del Parco e al servizio di tutti coloro che vorranno seguirne la crescita nel tempo.
Un altro punto qualificante del Progetto riguarda la messa a valore delle potenzialità sportive e ricreative del bosco. Opportunamente attrezzata entro uno spazio circoscritto e localizzato, la pineta di Parco Torcito, ospiterà al suo interno il primo Parco Avventura del Mezzogiorno realizzato su standard di elevata qualità, che si candida a divenire il grande attrattore della proposta, specie per famiglie, scolaresche e sportivi.
I Parchi Avventura sono una tipologia di impianti ludico sportivi in grande espansione in tutta Europa e in Italia con praticanti e appassionati di tutte le età, dai bambini agli adulti.  L’impianto previsto per Parco Torcito, prevede la creazione di percorsi acrobatico-forestali aerei opportunamente equipaggiati e realizzati con le migliori tecniche e metodiche oggi presenti in Europa.
Ancora, sotto il profilo culturale e dello spettacolo, Parco Torcito, già palcoscenico negli ultimi anni di eventi, concerti e manifestazioni artistiche, consoliderà la propria vocazione allo spettacolo e alle manifestazioni pubbliche, realizzando una Rassegna permanente di grandi eventi principalmente focalizzata sul periodo estivo e un programma di attività in forma di workshop, summer school, convegni e master class durante tutto l’arco dell’anno e dedicate al connubio arte e ambiente.
Una modalità nuova ed eco-sostenibile e a impatto Zero di organizzare concerti ed eventi che si candida a divenire esperienza-pilota per tutte le altre realtà italiane interessate al connubio ambiente e cultura e che si propone entro il biennio successivo di start-up di entrare nel circuito internazionale dei Green Festival.
La diversificazione delle attività e dei pubblici è la chiave attraverso cui leggere la proposta di trasformazione di Parco Torcito in un Eco-Centro polifunzionale, flessibile e aperto a nuove contaminazioni.

0 commenti

Invia un commento