Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo e cultura

Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce

Intini Source

NexTAB

Provincia di Lecce – Assessorato alla Cultura

Con il contributo di

Parco Torcito Domus Artis

Bollenti Spiriti Regione Puglia, Assessorato alle politiche giovanili

Intini Source

Associazione Onda Mediterranea

Accademia del Rinascimento Mediterraneo

In collaborazione con

Comune di Cannole

Associazione La Tirricata

Museo della civiltà contadina e dell’arte olearia “Ubaldo Villani”

Main sponsor

Foundry Chem

E con il sostegno di

Push Studio

Osteria Zenzero

 

UMANA NATURA

Residenze di arte contemporanea fra paesaggio e forme civili

A cura di Anna Cirignola e Adriana Polveroni

Progettazione e organizzazione: Roberto Ricco

Parco di Torcito – Comune di Cannole (LE)

Inaugurazione: venerdì 7 dicembre 2012, ore 11

Interverranno:

Silvia Godelli, Assessore Mediterraneo, cultura, turismo – Regione Puglia

Simona Manca, Assessore alla Cultura – Provincia di Lecce

Luigi De Luca, Presidente Istituto Culture Mediterranee

Hidetoshi Nagasawa, Artista

Marco Bagnoli, Artista

Anna Cirignola, Curatrice

Adriana Polveroni, Curatrice

Sergio Donadonibus, Amministratore Intini Source

____________

Umana Natura ha mirato a costruire relazioni tra artisti contemporanei e territorio attraverso progetti di ricerca e interazione con il paesaggio e le comunità. Ha privilegiato forme residenziali affinché la permanenza potesse rappresentare per gli artisti la possibilità concreta per conoscere luoghi, persone e non ultimo motivo di interesse per un turismo curioso e culturalmente attivo. Di seguito il programma della giornata di venerdì 7 e la presentazione delle tre sezioni in cui si articola il progetto:

 

7 Dicembre 2012- presentazione delle opere e selezione della prima opera da realizzare

Masseria Torcito – Comune di Cannole (LE)

QUESTO PARCO È LA MIA CASA – Hidetoshi Nagasawa, artista ospite per il 2012, ha coordinato e diretto il workshop “Giardino come opera d’arte”

Presentazione dei lavori di Azzurra Cecchini, Antonio De Luca, Andrea Epifani, Michele Guido, Andrea Magaraggia, Emanuela Rizzo, Silvia Ruggeri, Fernando Schiavano, Federico Semerano e Ingrid Simon. Selezione della prima opera da realizzare e collocare a Parco Torcito.

Ore 11. Mostra dei progetti nati dal “Giardino come Opera d’Arte”: disegni, foto, maquette video, saranno esposti in modo permanente nelle sale della Masseria Torcito e presentati per la prima volta venerdì 7 dicembre. Per ciascuno la giuria selezionerà solo un’opera. Le opere selezionate saranno finanziate da altrettante imprese ed imprenditori sensibili al ruolo dell’impresa che agisce sullo sviluppo culturale ed artistico del territorio e dei suoi talenti. Sempre nella giornata di venerdì 7 dicembre si assisterà alla proclamazione del primo progetto che verrà finanziato per una immediata realizzazione d installazione all’interno di Parco Torcito. La giuria è composta da Antonio Annicchiarico (artista e designer), Marco Bagnoli (artista), Anna Cirignola (curatrice) e Maria Pia Incutti (Fondazione Plart, Napoli) e dall’artista Hidetoshi Nagasawa. La mostra sarà aperta al pubblico per un anno  tutte le domeniche. Orari: 9-13. Info e contatti:  320/3316606 .

 

SAVE THE ART – Ricollocazione di opere dismesse

Presentazione della prima opera collocata nel 2012: Sì, sono il falco necessario di Marco Bagnoli, ceduta in comodato d’uso a lungo termine al Parco Torcito

Con Save the Art si è inteso dare accoglienza alle opere d’arte che, una volta realizzate sono destinate ad una vita effimera. Per la vastità del suo impianto, per la presenza del grande Parco che la circonda e la sua indubbia bellezza, la Masseria Torcito si presta ad essere la dimora ideale per “salvare l’arte”. Ribaltando quindi il criterio site specific, la Masseria accoglierà opere realizzate altrove, ma che qui conosceranno una seconda vita. Molte sono le possibilità di SAVE THE ART: dalle produzioni effimere delle biennali, alle opere di proprietà di artisti che non trovano spazio nei loro studi, a quelle di proprietà pubblica e recuperate da privati. Una commissione artistica e scientifica, composta da Maria Centonze (Fondazione Merz, Torino), Anna Cirignola (curatrice), Hedwig Fijen (Presidente di Manifesta), Emiliano Gandolfi (architetto e urbanista), Adriana Polveroni (critica d’arte), Lia Rumma (gallerista), Toti Semerano (architetto) e Elena Quarestani (Assab One, Milano), ha il compito di promuovere e raccogliere le donazioni, valutare la qualità dell’operazione artistica, e seguire il progetto di ricollocazione.

Cannole (LE)

QUESTA CASA È LA MIA ARTE – Residenze creative nelle abitazioni di Cannole

 

Ore 13. Presentazione dei lavori che le artiste Azzurra Cecchini, Valentina D’andrea, Rosamaria Francavilla, Silvia Ruggeri, Guendalina Salini e Ingrid Simon hanno realizzato in alcuni luoghi tipici e in alcune abitazioni di Cannole

Esposizione aperta su prenotazione dall’8 dicembre al 7 dicembre 2013.

Pranzo

 

Con Questa casa è la mia arte il processo di scambio e confronto avviato durante il workshop di Hidetoshi Nagasawa a Parco Torcito coinvolge anche a Cannole, distante pochi chilometri dalla masseria, dove sono state selezionate alcune famiglie che hanno accolto nelle proprie case un’opera d’arte. In realtà, più che di una scelta, sarebbe il caso di parlare di una vera e propria adozione tra la comunità e le artiste invitate a prendere parte a questa prima edizione di un progetto dal carattere sperimentale, ideato e curato da Anna Cirignola e Adriana Polveroni. Le opere nate nell’ambito della residenza sono dunque il frutto di questa inedita forma di accoglienza e conoscenza reciproca, che ha trasformato le abitazioni in “domicili d’artista”.

Questa casa è la mia arte è anche un’esposizione visitabile per un anno presso le famiglie e le comunità del centro storico di Cannole e include il Museo della civiltà contadina e dell’arte olearia “Ubaldo Villani” con l’installazione di Guendalina Salini, la sede dell’associazione culturale “La Tirricata” con i disegni di Azzurra Cecchini, Antica Corte B&B con la scultura vegetale di Rosamaria Francavilla, la casa di Renato Piccinno con le fotografie di Ingrid Simon, l’abitazione di Gianpiero Serra con l’opera di Valentina D’Andrea, quella di Lea Tremolizzo con l’installazione e i disegni di Silvia Ruggeri.

Info:  329/4120827 ;  329/9817289 ;  338/1303737 ;  328/7614146 ;  338/2582527 ;  331/1921925 .

%%wppa%% %%slide=27%% %%align=center%%

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *