« Tutta la Terra d’Otranto è fuori di sé. Se ne è andata chissà dove. È una terra nomade, gira su se stessa. A vuoto. »
(Carmelo Bene)

La Terra d’Otranto è una regione storico-geografica dell’Italia meridionale, nonché un’antica circoscrizione amministrativa, prima, del Regno di Sicilia, poi del Regno di Napoli e, successivamente del Regno delle due Sicilie. Divenuta parte del Regno d’Italia, fu definitivamente smembrata nel 1927.
Fin dal XI secolo, hanno formato parte integrante della Terra d’Otranto i territori delle odierne province di Lecce, Taranto e Brindisi (con l’eccezione di Fasano e Cisternino) e, fino al 1663, vi era incluso anche il territorio di Matera e l’arco ionico dell’attuale Basilicata.

Costituito in giustizierato, il territorio mantenne tale organizzazione amministrativa durante il Regno di Sicilia ed il successivo Regno di Napoli. Il suo capoluogo fu Otranto, la città del canale, ma, in epoca normanna (XII secolo), assume notevole rilievo amministrativo il sistema di signorie tra cui emersero la Contea di Lecce e il Principato di Taranto.

%%wppa%% %%slide=15%%

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *