Il porto otrantino si presenta come un piccolo golfo nel quale sostano imbarcazioni di vario tipo. La Lega Navale è ormai presente da quasi quarant’anni.

Nell’antichità, fu una realtà molto rilevante per tutto il Salento, in quanto tale scalo costituiva il legame con l’Oriente, quindi importante per i commerci ma anche dal punto di vista strategico e militare.

Fino al 1999, c’erano dei traghetti con i quali si potevano raggiungere alcune località della Grecia (Corfù, Igoumenitza) e della vicina Albania (Valona). Inoltre, sino al 1994, vi erano dei mercantili che trasportavano tabacco.

I traffici attuali sono costituiti dal cemento, dalla calce e da serbatoi in plastica. E’ molto suggestivo passeggiare lungo i moli, soprattutto al tramonto, immaginando i tempi che furono.
Video realizzato da Claudio Giannetta

www.otranto.inonda.le.it

0 commenti

Invia un commento